Giappone, è tempo di ciliegi in fiore

Category:

Quando arriva la Primavera, l’intero Giappone, dal Kyushu allo Hokkaido, entra in fermento: uno dei momenti più magici sta per rivelarsi, ovvero i ciliegi in fiore, che attirano molte famiglie a gite fuori porta. E non solo, perché persone da tutto il mondo si mettono in viaggio per godersi uno degli eventi più significativi e meravigliosi che la natura giapponese abbia da offrire.

Perché i ciliegi? Come spesso accade quando si parla di cultura giapponese, tutto comincia in Cina. Durante il periodo Heian (794-1191) infatti vengono importate molte pratiche nobili tra cui quella dell’osservazione dei fiori, da cui prende appunto origine il termine che vedremo più avanti cioè “Hanami”. A onor del vero l’albero da fiore prediletto era quello della prugna, che piano piano nel corso dei secoli è stato sostituito dal ciliegio, in giapponese Sakura. Tra i giapponesi esiste oggi appunto la tradizione, che prende il nome di Hanami (letteralmente “vista dei fiori”). Con questa parola si intende il trovarsi sotto i ciliegi per ammirarne la bellezza e la particolarità.

Il periodo della fioritura varia a seconda della latitudine, per cui nell’isola di Hokkaido a Nord del Giappone i ciliegi fioriscono dopo che nelle regioni più a Sud.

Indicativamente a Tokyo i ciliegi fioriscono tra l’ultima settimana di marzo e la prima di aprile, quindi questo è il periodo migliore per godersi la città e i suoi ciliegi. A Tokyo ci sono moltissimi luoghi dove fare hanami, cioè ammirare i fiori di ciliegio. Eccone alcuni fra i più celebri.

Il Parco di Ueno in primavera si popola di migliaia di persone che con amici, famigliari o colleghi di lavoro fanno un pic-nic sotto i fiori di ciliegio.

Santuario Yasukuni: è un santuario per ricordare i caduti della guerra, si trova sulla Marunouchi Line presso la stazione di Otemachi o sulla Hanzomon Line presso la stazione di Kudanshita, dove tra l’altro c’è l’Istituto Italiano di Cultura.

Non lontano dal Santuario Yasukuni c’è il parco Chidorigafuchi dove tra l’altro si può noleggiare un pedalò per ammirare i Sakura dall’acqua che fa da contorno al Palazzo dell’Imperatore. E’ una zona davvero incredibile per l’Hanami.

Nel rilassante quartiere di Naka Meguro si possono ammirare i fiori di ciliegio in una cornice veramente unica lungo le sponde del fiume Meguro.

A pochi passi dal tempio Meiji-Jingu, vicino alla stazione di Harajku, c’è il parco Yoyogi, dove oltre a cosplay e gruppi rockabilly, in primavera è possibile ammirare i ciliegi in fiore tra migliaia di giovani giapponesi che fanno un pic-nic con gli amici.

sponsored
sponsored

Related Posts

Steve McCurry: Animals in mostra al nuovo spazio espositivo Mudec Photo

Il Museo delle Culture ha inaugurato il nuovo spazio espositivo Mudec Photo, dedicato alla fotografia d’autore, con la mostra Animals di Steve McCurry. Un progetto espositivo curato da Biba Giacchetti che ci presenta sessanta immagini da osservare in modo libero, senza dover seguire un percorso preciso, scattate in tutto l’arco della lunga carriera del fotografo americano

IT BAGS: Chloè C Bag introduce il nuovo logo C in metallo dorato

Catenaccio: L’allure romantica e il design elegante di Chloé incontrano il mood urbano nella nuova Chloé C Bag con logo in metallo oro che ricorda un audace gioiello. L’addio alla direzione creativa, si sa, genera sempre un sentimento di nostalgia per il passato e curiosità per chi prenderà le redini di una storica casa di moda che conserva heritage e forte identità

Una vita da scienziata: gli scatti di Gerald Bruneau insieme a Fondazione Bracco, per il progetto #100esperte

Fondazione Bracco ha realizzato una mostra fotografica, inaugurata lo scorso 16 gennaio, per presentare volti e competenze di alcune delle scienziate del progetto #100esperte, nato per valorizzare l’expertise femminile in settori percepiti ancora come dominio maschile. La mostra, con gli scatti del celebre fotografo Gerald Bruneau, è incentrata sulle STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) e sarà aperta fino al 30 giugno 2019 a Milano presso il CDI - Centro Diagnostico Italiano di Via Saint Bon 20 a Milano.