Gian Paolo Barbieri: l’occhio della moda

Category:

Gian Paolo Barbieri è uno dei fotografi di moda più influenti della seconda metà del Novecento. Classificato tra i quattordici migliori fotografi di moda nel mondo dalla rivista Stern, le sue opere sono state esposte presso i più importanti musei del mondo Victooria & Albert Museum e la National Portrait Gallery di Londra, Kunsforum di Vienna, MAMM di Mosca Palazo Reale a Milano, l’ Erarta Museum of Contemporary Art di San Pietroburgo.

Nato a Milano nel 1938 da una famiglia di grossisti di tessuti, fin dall’adolescenza Barbieri manifesta interesse per il mondo teatrale dove lavora come attore e scenografo prima di trasferirsi a Parigi nel 1962 come assistente del celebre fotografo di Harper’s Bazaar, Tom Kublin. Da lì un vero incontro e amore per il mondo della pellicola. Nel 1964 Barbieri apre il suo studio e in breve tempo la sua sensibilità quasi pittorica per il make-up e l’hair-styling catturano l’occhio dell’élite internazionale del mondo del fashion che lo invita a pubblicare sulle principali testate internazionali tra cui Vogue America e Vogue Italia di cui diventa il fotografo di riferimento. Per l’impero della moda Barbieri crea numerose campagne pubblicitarie che saranno protagoniste della voce creativa di brand come Versace, Armani, Chanel, Givenchy e Westwood durante gli anni ’80-’90.

excellence magazine barbieriIl 2018 segna la nascita della Fondazione Barbieri, in via Lattanzio 11, a Milano omaggio alla città della moda. «Ho costituito questo spazio per promuovere l’arte, la fotografia e ogni forma di espressione culturale» un progetto che promuove la fotografia storica e contemporanea ma accoglie anche le più svariate espressioni artistiche nel segno di uno spirito condivisivo, mirato a supportare ogni genere di ricerca creativa. Centro di didattica innovativa, dinamica e fruibile, la Fondazione si propone come punto di riferimento culturale nel settore delle arti visive con finalità di promozione della figura artistica del fondatore, delle sue opere fotografiche e dell’attività artistico-creativa di grande ispirazione per i contemporanei e le generazioni a venire. Attraverso mostre, workshop, eventi, incontri e convegni la Fondazione svilupperà il proprio lavoro con un approccio innovativo, di “un’intelligentia creativa”. Gli intenti della struttura – una location dal profilo minimal, luminosa ed elegante – spaziano lungo orizzonti poliedrici: dall’archiviazione di più di un milione di scatti alla conservazione e divulgazione di un corpus creativo unico e variegato che testimonia l’evoluzione di società, arte e cultura italiane negli ultimi sessant’anni offrendo a occhi curiosi l’occasione di apprendere inusitate storie di ieri.

Al pubblico è consegnato un patrimonio di immagini prodotte in oltre 60 anni di attività che accolgono l’occhio pubblico e privato della fotografia: dalla moda all’erotismo, dalla vita privata ai ritratti di artisti (ricordiamo quelli di Audrey Hepburn, Jerry Hall e Angelica Houston), agli still life patinati per brand internazionali. Un racconto visivo che trascende la parola e a tratti anche l’immagine lasciando posto alle vibrazioni di un sogno creativo che guarda al futuro conscio del suo passato.

sponsored
sponsored

Related Posts

SUSTAINABLE THINKING: la mostra sulla moda sostenibile di Salvatore Ferragamo

Era il 1960 quando Salvatore Ferragamo venne a mancare, ma riuscì a coronare il suo grande sogno: disegnare e produrre le scarpe più belle del mondo. Non fu un caso se venne chiamato il “calzolaio delle star” nella moda: Audrey Hepburn, Rita Hayworth, Ingrid Bergman, Marilyn Monroe, Lana Turner, Nicole Kidman, Madonna sono solo alcune delle celebrity che indossarono le calzature dello stilista di origini irpine

Al via il 22 febbraio il primo appuntamento dell’evento itinerante CAMPZEROINTOUR

E’ tutto pronto per il primo appuntamento dell’evento itinerante CAMPZEROINTOUR alla Baita Novez per degustare un eccellente menu preparato da chef stellati in alta quota da abbinare a fantastiche discese sulle piste più belle del comprensorio. Un evento esclusivo per Champoluc e il Monterosa Ski che coinvolgerà gli appassionati di sci e della cucina gourmet in un format che si ripete in 4 tappe food&drink da non perdere.

Marc Jacobs chiude la NYFW con Christy Turlington Burns in passerella

Her sensual woman shows her appeal by shouting obsession with oversized proportions and crinoline layers, as well as for her soaring silhouettes, thanks to the use of headgear that bear the signature of Stephen Jones. All this is pervaded by an iconography inspired by a Victorian style wardrobe