Animalier: la tendenza autunno-inverno

Category:

E’ davvero un autunno “selvaggio” quello proposto dai più importanti stilisti che inondano le passerelle con creazioni caratterizzate da stampe animalier che ispirano potere, indipendenza e un po’ di aggressività.

Lo “zoo è tornato”: tigri, leopardi, zebre, pelle di serpente, sono le stampe più utilizzate nelle collezioni e sono la vera tendenza autunno/inverno 2018-2019.

animalier animalier coat animalier animalier animalier animalier

Le stampe animalier hanno sempre riscosso successo sia negli accessori che nei capi spalla. Nelle nuove collezioni gli stilisti propongono la stampa animalier su colori classici e naturali dalle calze ai cappotti.

Quindi strisce e macchie selvagge sono dappertutto sulle passerelle, e per la strada?

Related Posts

PITTI UOMO 95: gli highlights di un’edizione ricca di eventi e celebrazioni

Tra meno di un mese la moda maschile si sposta a Firenze, che ospita, come di consueto, Pitti Uomo 95, in scena dall’8 all’11 gennaio 2019. Punto di riferimento internazionale nel menswear e nel lifestyle, la manifestazione porterà in Fortezza, su una superficie di 60.000 metri quadrati, più di mille brand italiani e stranieri e nuovi layout espositivi: progetti che raccontano l’essenza contemporanea di una storica impresa nata negli anni Cinquanta, impegnata nella promozione di moda e design dalle prime sfilate presentate nella Sala Bianca di Palazzo Pitti.

Il Natale è alle porte, ecco i mercatini vintage più esclusivi

Il Natale è una stagione magica e ciò che è ancora più magico sono i Mercatini di Natale vintage. Excellence Magazine ha selezionato i migliori in Europa, sei ancora in tempo a pianificare un fine settimana per visitarli e immergerti nell'allegria del Natale! Sede di alcune delle città più belle, l'Europa sprigiona una luce speciale quando si tratta di Mercatini di Natale.

Immagini straordinarie di un’icona senza tempo.

Milano ha celebrato Jackie Kennedy Onassis, una delle più grandi icone di Stile ed eleganza Senza tempo grazie agli Scatti di Ron Galella.