Bob Dylan fotografato da Jerry Schatzberg

Category:

Come soggetto fotografico, Dylan era il migliore. Bastava puntargli addosso l’obiettivo e le cose semplicemente accadevano. Abbiamo avuto un buon rapporto e lui era disposto a provare qualsiasi cosa

Jerry Schatzberg

Presentato presso la libreria Feltrinelli di Milano il primo libro che riunisce gli iconici scatti di Schatzberg fatti a Bob Dylan, all’apice della sua carriera: i ritratti di studio, le fotografie in sala di registrazione, le rarità, i concerti.

Bob Dylan 1965
Bob Dylan 1965

Nel 1965, Jerry Schatzberg, già ben affermato attraverso il suo lavoro con le riviste, incontrò un giovane Bob Dylan che era all’apice della sua fama. Dylan invitò il fotografo nello studio dove stava registrando un album che sarebbe diventato Highway 61 Revisited, che includeva Like a Rolling Stone, canzone che avrebbe guadagnato il primo posto nella classifica di “Rolling Stone” dei cinquecento più grandi successi di tutti i tempi.

Bob Dylan
Bob Dylan

Le fotografie di Schatzberg catturano Dylan durante uno dei momenti più cruciali della storia della musica e includono le riprese di quello che sarebbe probabilmente diventato il suo più grande album, Blonde on Blonde.

Bob Dylan
Bob Dylan

Immagini essenziali e intramontabili, che non solo resistono alla prova del tempo, ma sono anche diventate visivamente sinonimi di uno degli artisti più importanti del XX secolo. Dylan ha venduto oltre cento milioni di dischi ed è uno degli artisti più venduti di tutti i tempi.

Ha ricevuto numerosi premi tra cui undici Grammy Awards, un Golden Globe Award e un Academy Award.

Bob Dylan 1966
Bob Dylan 1966

È stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame, nella Minnesota Music Hall of Fame, nella Nashville Songwriters Hall of Fame e nella Songwriters Hall of Fame.

La giuria del Premio Pulitzer nel 2008 gli ha assegnato una citazione speciale per “il suo profondo impatto sulla musica popolare e sulla cultura americana, caratterizzato da composizioni liriche di straordinaria potenza poetica”.

Bob Dylan 1965
Bob Dylan 1965

Nel maggio 2012 Dylan ha ricevuto la Presidential Medal of Freedom dal presidente Barack Obama. Nel 2016 è stato insignito del Premio Nobel per la letteratura “per aver creato nuove espressioni poetiche all’interno della grande tradizione musicale americana”.

Jerry Schatzberg (1927) è un fotografo e regista. Prima di dirigere film, negli anni settanta, era già un affermato fotografo professionista. Il suo lavoro è apparso in molte riviste tra cui “Vogue” e “McCall’s”.

Il libro è pubblicato da Skira.

 

sponsored
sponsored
Editorial
Editorial
Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and with the world.

Related Posts

SUSTAINABLE THINKING: la mostra sulla moda sostenibile di Salvatore Ferragamo

Era il 1960 quando Salvatore Ferragamo venne a mancare, ma riuscì a coronare il suo grande sogno: disegnare e produrre le scarpe più belle del mondo. Non fu un caso se venne chiamato il “calzolaio delle star” nella moda: Audrey Hepburn, Rita Hayworth, Ingrid Bergman, Marilyn Monroe, Lana Turner, Nicole Kidman, Madonna sono solo alcune delle celebrity che indossarono le calzature dello stilista di origini irpine

Al via il 22 febbraio il primo appuntamento dell’evento itinerante CAMPZEROINTOUR

E’ tutto pronto per il primo appuntamento dell’evento itinerante CAMPZEROINTOUR alla Baita Novez per degustare un eccellente menu preparato da chef stellati in alta quota da abbinare a fantastiche discese sulle piste più belle del comprensorio. Un evento esclusivo per Champoluc e il Monterosa Ski che coinvolgerà gli appassionati di sci e della cucina gourmet in un format che si ripete in 4 tappe food&drink da non perdere.

Marc Jacobs chiude la NYFW con Christy Turlington Burns in passerella

Her sensual woman shows her appeal by shouting obsession with oversized proportions and crinoline layers, as well as for her soaring silhouettes, thanks to the use of headgear that bear the signature of Stephen Jones. All this is pervaded by an iconography inspired by a Victorian style wardrobe