FENDI PRE FALL 2019: l’ispirazione viene da… due libri speciali

Category:

Decorativismo essenziale, ossimoro che ben rappresenta la Pre Fall 2019 di Fendi, ennesima collezione ideata dal talento poliedrico Karl Lagerfeld, da cinquanta anni direttore creativo della maison, in tandem con Silvia Venturini Fendi, anima della casa di moda nata a Roma nel 1925, con cui condivide sperimentazione e avanguardismo.

L’ispirazione della Pre Fall viene dai libri: coup de foudre del Kaiser, un libro sulle porte in ferro francesi del XIX secolo e un antico volume sui kimono giapponesi da uomo. Riferimenti differenti che portano così, dando un’altra definizione a quella iniziale, ad una una serie di pezzi che rivelano un perfetto equilibrio nel gioco degli opposti, concetto chiave nell’estetica di Fendi.

Fendi
Fendi

Forme rigorose e sartoriali di ispirazione anni ’70 di capi outerwear con maxi tasche, cappotti con inserti in pelliccia tagliata a laser a blocchi di colore, blazer doppiopetto e pantaloni a gamba larga con risvolto si contrappongono a morbidi bomber fur con stampa e a silhouette più femminili come a abiti plissé asimmetrici, con dettagli in pizzo e quelli stampati in seta, che rimandano ai modelli kimono da uomo.

fendi milan pre fall 19
Fendi milan pre fall 19

Meritano una nota la giacca-camicia in suède turchese leggermente oversize abbinata con pantaloni cropped verde acido, un sontuoso cappotto nero decorato con grafica barocca e ricami fatti con listini di pelle cuciti su tulle per simulare l’effetto del pizzo.

fendi milan pre fall 19
Fendi milan pre fall 19

Fendi milan pre fall 19
Fendi milan pre fall 19

Dal punto di vista decorativo, invece, i motivi grafici a ricciolo si amalgano con micro pattern vagamente esotici, quasi impercettibili. Il perfetto equilibrio dei contrasti riguarda anche gli accessori: al ritorno dell’iconico modello Baguette e alle variazioni della Peekaboo è affiancato il pratico design della shoulder bag Kan U, arricchita dalla catena metallica.

Fendi Pre Fall 2019
Fendi Pre Fall 2019

A più di 90 anni dalla fondazione della casa di moda, Fendi continua il suo percorso verso l’evoluzione collaborando con artisti, sportivi e perfomer ma tenendo saldi il savoir faire e i tratti inconfondibili del proprio stile, nell’ottica di attirare anche le young generations.

sponsored
sponsored
Letizia Bellitti
Letizia Bellitti
Curious by nature and passionate about everything creative. I have been writing for several years, and I have always been interested in fashion and design. Writing about fashion, art and design is the best way for me to share my passion with others.

Related Posts

L’Italia conferma il primato per l’enogastronomia

E' l’Italia la migliore meta al mondo per gli amanti del vino, lo confermal'indagine effettuata dal portale online, Lastminute.com, The World’s Best Wine Country che mette a confronto 30 nazioni produttrici di vino, assegnando all'Italia, il primo posto

Giapponismo italiano al Mudec di Milano

Nell’ambito del Progetto Oriente Mudec, l'esposizione permanente si rinnova con due nuove sezioni Ito Mancio e le ambascerie giapponesi 1585 – 1615 Un Museo giapponese in Lombardia. La collezione del conte Giovanni Battista Lucini Passalacqua

Ritorna la Belle Époque con il moderno ristorante Sadelle di Ken Fulk

For Las Vegas iteration, all the core elements inside Sadelle’s modern restaurant were increased in a unique and conventional way inspired by the exuberance of Belle Époque. Paris was the source of the main inspiration to create this amazing interior design project by Ken Fulk