Vanitas: Antonio Guccione presso Il Salotto di Milano

Category:

Si inaugura il prossimo 16 gennaio alle ore 18.00, presso Il Salotto di Milano in via della Spiga 2, la mostra Vanitas dell’artista Antonio Guccione, un vernissage presentato dal curatore Roberto Papini.

Vanitas è un progetto iniziato nel 2008 in continua evoluzione, l’artista sperimenta nelle fotografie e nei ritratti intensamente pittorici l’applicazione di materiali differenti così da creare una sorta di fiaba poetica.

In Vanitas anche i teschi sono ritratti neopop, esposti in una progettualità che va dal teschio di Mussolini a quello di Leonardo Da Vinci, da quello di Gesù per terminare con quello di Frida Kahlo.

Frida Kahlo Antonio Guccione
Frida Kahlo

Jesus Antonio Guccione
Jesus

A Londra ho iniziato a realizzare still life per la moda, non comprendevo quel lavoro ma è lì che ho capito che mi interessava sul serio la fotografia. Sono tornato a Milano e ho aperto uno studio in via Cellini. Il primo cliente? Guccio Gucci, mi pagò un milione di lire e andai avanti con entusiasmo. Il secondo ufficio in una viletta di via Pisacane, arrivarono Miuccia Prada e Patrizio Bertelli. Le mie immagini erano controverse, uniche, ciò che affascinò Gianni Versace per il quale ho creato il suo ritratto-simbolo

Con i progetti «Dressing up Milano» e «Fashion and Faces» ha «vestito» la città attraverso icone come Stefano Gabbana e Domenico Dolce, Donatella Versace, Alberta Ferretti, Valentino, Franca Sozzani, Arnaldo Pomodoro, Roberto Bolle, Leonardo Mondadori o Gae Aulenti.

Invito Guccione Vanitas

sponsored
sponsored
Emanuela Zini
Emanuela Zini
My professional life has been marked by several big changes that made me grow as a person and as a leader, develop new skills and mental flexibility, which in turn allows me to face challenges from a different, unique perspective. To me, writing represent a way to communicate with myself and with others. Telling stories and engaging my readers are the challenges that I am currently facing within a wider editorial project.

Related Posts

Steve McCurry: Animals in mostra al nuovo spazio espositivo Mudec Photo

Il Museo delle Culture ha inaugurato il nuovo spazio espositivo Mudec Photo, dedicato alla fotografia d’autore, con la mostra Animals di Steve McCurry. Un progetto espositivo curato da Biba Giacchetti che ci presenta sessanta immagini da osservare in modo libero, senza dover seguire un percorso preciso, scattate in tutto l’arco della lunga carriera del fotografo americano

IT BAGS: Chloè C Bag introduce il nuovo logo C in metallo dorato

Catenaccio: L’allure romantica e il design elegante di Chloé incontrano il mood urbano nella nuova Chloé C Bag con logo in metallo oro che ricorda un audace gioiello. L’addio alla direzione creativa, si sa, genera sempre un sentimento di nostalgia per il passato e curiosità per chi prenderà le redini di una storica casa di moda che conserva heritage e forte identità

Una vita da scienziata: gli scatti di Gerald Bruneau insieme a Fondazione Bracco, per il progetto #100esperte

Fondazione Bracco ha realizzato una mostra fotografica, inaugurata lo scorso 16 gennaio, per presentare volti e competenze di alcune delle scienziate del progetto #100esperte, nato per valorizzare l’expertise femminile in settori percepiti ancora come dominio maschile. La mostra, con gli scatti del celebre fotografo Gerald Bruneau, è incentrata sulle STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) e sarà aperta fino al 30 giugno 2019 a Milano presso il CDI - Centro Diagnostico Italiano di Via Saint Bon 20 a Milano.