In attesa di nuovi segnali

Category:

Riprendiamo la nostra analisi delle azioni legate al lusso, dopo la pausa di Pasqua.

Le due settimane precedenti sono state abbastanza volatili e grosso modo si può affermare che l’ottava immediatamente prima di Pasqua è stata positiva, mentre quella seguente ha visto qualche calo. In generale questi sviluppi sono coerenti con la forza mostrata dai mercati fino a qualche giorno fa, con l’S&P 500 che ha chiuso in territorio record, mentre gli ultimi giorni hanno visto un maggiore nervosismo, in particolar modo sul mercato azionario cinese.

Luxury finance

Ovviamente un ruolo molto importante lo stanno giocando, e continueranno a giocarlo man mano che si entra nella stagione degli utili, i risultati trimestrali rilasciati durante queste settimane, che spiegano non poche differenze di performance. Ad esempio, il mercato ha reagito molto bene ai dati di Hermes (ha visto un aumento del fatturato su base annua del 16% !), che sempre di più sta assumendo le caratteristiche più marcatamente growth all’interno del comparto del lusso. Lo stesso risultato nello stesso periodo di tempo è stato mostrato anche da Lvmh.

Viceversa la peggiore performance all’interno del gruppo analizzato è stata registrata da Tesla, che continua a soffrire forti vendite, dopo che a inizio aprile la trimestrale si è rivelata molto al di sotto delle aspettative degli analisti. Dall’altra parte, però, prosegue il buon momento dei produttori di auto di lusso tedeschi, che continuano a godere di una rotazione positiva.

Infine, come si può evincere dai dati, complessivamente le ultime due settimane non hanno visto un andamento entusiasmante per le aziende italiane del lusso quotate, che soffrono o di problemi endogeni o stanno gestendo un momento lievemente negativo in termini di rotazione.

In definitiva, questi ultimi dati non hanno fornito indicazioni particolarmente coerenti e lineari, segno probabilmente di una certa cautela da parte degli investitori, dopo la corsa di questi mesi. Molti preferiscono restare in attesa di indicazioni più chiare dai profitti trimestrali e dalle guidance per il futuro prossimo.

Azienda Performance YTDBorsa
Ferrari39.32%Milano
LVMH 34.18%Parigi
Tiffany33.82%New York
Estee Lauder 32.59%New York
Christian Dior31.36%Parigi
Kering28.62%Parigi
Hermes 27.89%Parigi
Ralph Lauren26.80%New York
Moncler 25.30%Milano
Porsche 20.33%Francoforte
Richemont 18.73%Zurigo
Capri/Michael Kors17.80%New York
Burberry15.56%Londra
Ferragamo11.44%Milano
BMW7.78%Francoforte
Brunello Cucinelli5.96%Milano
Tod's4.75%Milano
Tapestry/Coach-6.22%New York
Prada-13.34%Hong Kong
Tesla -29.34%New York

sponsored
sponsored
Editorial
Editorial
Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and with the world.

Related Posts

MFW, il testimone passa a Milano

Dopo New York e Londra, Milano riceve il testimone proponendo una Fashion Week particolarmente equilibrata fra grandi nomi e nuovi talenti. Il merito va alla Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI), che questa estate ha riunito attorno a un tavolo le principali case di moda milanesi per organizzare il calendario in profondità

Laura Gonzales, intervista alla designer dell’anno per Maison et Objet

Continua il successo di Laura Gonzales, Architetto e interior designer, premiata come designer dell’anno a Maison et Objet 2019

Pininfarina firma il nuovo grattacielo a San Paolo del Brasile

L’Heritage, ne è uno splendido esempio. Il nuovo progetto del costruttore brasiliano Cyrela firmato da Pininfarina nell’elegante quartiere di Itaim Bibi, noto anche come il circuito di Manhattan: una torre avveniristica di 32 piani con un (solo) appartamento per piano, con metrature che vanno da 570 a 700 metri quadri