Il Giappone e i chiusini, magnifiche opere d’arte cittadina

Category:

La decorazione delle città moderne è un tema di grande attualità.

Nel mondo occidentale i murales sono ormai stati sdoganatati ma la parte più bassa della strada, letteralmente il selciato, difficilmente viene decorato con opere d’arte.

Un discorso a parte lo merita il Giappone, che dagli anni ’70 ha iniziato una politica di abbellimento delle strade che comprende anche i chiusini (popolarmente detti “tombini”) della rete fognaria.

La misura è stata adottata in occasione dell’EXPO 1975 a Okinawa, e da allora si è diffusa a macchia d’olio in tutto il paese.

Da allora sono passati oltre quarant’anni, e nel 2017 si è svolto persino un festival nella città di Kawagoe, nella prefettura di Saitama, in cui sono stati esposti 58 diversi tipi di chiusini decorati.

Il fenomeno della decorazione è tanto diffuso da esser ormai divenuto un simbolo del perfezionismo e dell’attenzione all’arte dei giapponesi, e i chiusini sono divenuti protagonisti del libro di Remo Camerota “Drainspotting”.

Un chiusino di Katsuyama raffigura un dinosauro scoperto nella città di Fukui, il Fukuiraptor, che è anche il primo dinosauro scoperto in Giappone

Coperchi Tombini Giapponesi

Un chiusino di Sapporo, nell’isola di Hokkaido, nel quale sono raffigurati due salmoni “il pesce degli dei”

Coperchi Tombini Giapponesi

Il monte Fuji raffigurato su un tombino nella prefettura di Shizuoka

Coperchi Tombini Giapponesi

Un chiusino di Iga, prefettura di Mie, una città particolarmente legata alla cultura Ninja

Coperchi Tombini Giapponesi

Un chiusino di Katsushika, a Tokyo, raffigura la scimmietta Monchhichi, originaria del quartiere

Coperchi Tombini Giapponesi

Un tombino di Ojiya, prefettura di Niigata, la città della carpa Koi

Coperchi Tombini Giapponesi

Osaka celebra il proprio famoso castello circondato dai ciliegi in fiore

Coperchi Tombini Giapponesi

 

 

sponsored
sponsored
Editorial
Editorial
Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and with the world.

Related Posts

MFW, il testimone passa a Milano

Dopo New York e Londra, Milano riceve il testimone proponendo una Fashion Week particolarmente equilibrata fra grandi nomi e nuovi talenti. Il merito va alla Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI), che questa estate ha riunito attorno a un tavolo le principali case di moda milanesi per organizzare il calendario in profondità

Laura Gonzales, intervista alla designer dell’anno per Maison et Objet

Continua il successo di Laura Gonzales, Architetto e interior designer, premiata come designer dell’anno a Maison et Objet 2019

Pininfarina firma il nuovo grattacielo a San Paolo del Brasile

L’Heritage, ne è uno splendido esempio. Il nuovo progetto del costruttore brasiliano Cyrela firmato da Pininfarina nell’elegante quartiere di Itaim Bibi, noto anche come il circuito di Manhattan: una torre avveniristica di 32 piani con un (solo) appartamento per piano, con metrature che vanno da 570 a 700 metri quadri