La Maison Du Caviar: ristorante di lusso progettato da OITOEMPONTO

Category:

La Maison du Caviar fu aperta nel 1956 a Parigi, creata all’epoca dall’importatore Caviar Volga, sollecitata da Sua Maestà lo Shah dell’Iran che era ansioso di avere un lussuoso locale parigino per assaporare il famoso caviale dell’Iran, per il quale aveva esclusività garantita.

Questa location elegante e prestigiosa, ha attirato per decenni i parigini e una clientela internazionale che sceglieva La Maison du Caviar, per assaporare caviale della migliore provenienza, nonché pesce affumicato e altri prodotti di eccellenza.

La Maison du caviar Paris main entrance

La Maison du Caviar è descritta come “l’eleganza dell’Orient Express” e lo sfarzo glamour contemporaneo. Un ristorante che nel 2018 è stato reinventato dai due interior designer Jacques Bec e Artur Miranda e che si è rivelato essere un inno al lusso senza tempo.

A partire dall’area della reception, tra pareti di travertino e legno di iroko verniciato plissettato, uno storione di vetro smerigliato domina il bancone e l’iconico bar di lusso, un invito a gustare scintillanti bollicine di champagne e perle di caviale.

La Maison du caviar Paris fine dinner saloon

L’autentica sinuosa curva melaminica nera degli anni ’50 ha mantenuto le sue piccole luci rosse e si dispiega sotto un soffitto a forma di onda di stucco immacolato, costellato di stelle dorate. Le panche sono rivestite in velluto madreperlato molto “anni ’60” e gli sgabelli punteggiano il bancone come tanti tamburelli di velluto con borchie dorate.

La Maison du caviar Paris

Sul pavimento, un tappeto le cui onde riprendono i decori del soffitto imita i colori del marmo «Rosso Levante» dei gradini che conducono al ristorante di lusso.

La parte migliore di questo progetto è la sala da pranzo, un luogo immerso sott’acqua, quasi come un acquario reale grazie a pezzi esclusivi che ricordano la vita dell’oceano.

La Maison du caviar Paris

Tweed di lana beige e filo di rame per le panchine, plafoniere di riccio di mare, applique di corallo di Hervé Van der Straeten, realizzati esclusivamente per le panchine imbottite OITOEMPONTO e gli sgabelli fabbricati in velluto, tutto è pensato per godersi il caviale nel modo più lussuoso.

La Maison du caviar Paris sea decoration

Il tappeto toscano «mosaico di marmi», i candelabri di vetro del plexiglas di cristallo californiano, il soffitto e la cornice interamente dorati a foglia d’oro, creano una perfetta combinazione con i toni del secondo salone.


Questo nuovo design d’interni de La Maison du Caviar aveva come obiettivo quello di riconnettersi con le sue tradizioni originali, di avere la clientela importante per assaporare i caviali di migliore provenienza, così come pesce affumicato e altri prodotti di eccellenza, e OITOEMPONTO ha reso grande giustizia a questo lusso ristorante situato nel cuore del Triangolo d’oro di Parigi che esalta tutto ciò che è fantastico nella cucina raffinata.

sponsored
sponsored
Editorial
Editorial
Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and with the world.

Related Posts

Milano Gallery Weekend: la prima edizione Milanese è stata un successo

Uno dei messaggi di cui Milano Gallery Weekend vuole farsi portatore è che le gallerie sono imprese: investono, producono reddito, mettono in campo competenze, fanno ricerca, partecipano alle fiere e si internazionalizzano, dichiara Pamela Campaner, promotrice dell’iniziativa

Chapter Hotel a Roma: il nuovo di lusso è «smart-rock»

Si chiama Chapter, ha aperto a Roma ed è il primo di una serie di hotel dal lusso accessibile e dall'animo smart-rock. Interni sofisticati, chic e insieme underground

Sberlüsc/Sparkling: Francesca Mo alla Galleria Subert di Milano

Inaugurata il 6 Novembre, la mostra di Francesca Mo alla Galleria Subert di Milano: Sberlüsc / Sparkling - in milanese, brillare - è un omaggio alla città natale della designer e architetto, ma anche un rimando immediato allo scintillio delle pietre inserite nei gioielli