In Svizzera il progetto della pista di ghiaccio più lunga del mondo

Category:

Un lunghissimo lembo di terra, quello dell’area dell’aerodromo di Ambrì Piotta, nella Valle Leventina dell’Alto Ticino svizzero, sta per essere trasformato in una pista di ghiaccio ipermoderna e pressoché unica nel suo genere, un motore di rilancio per lo sviluppo della Leventina, un’opportunità di riqualifica per l’attrattività turistica dell’intera Regione. Il pioneristico progetto porta l’acronimo di «SPAP», Suisse Projets Ambrì Piotta, un’idea nata dall’architetto Marco Giussani di Suisse Projets, appunto, che diventa «attrattore, una sorta di catalizzatore turistico-commerciale in grado di caratterizzare la regione, aumentandone il bacino di utenza», come scrive la Suisse Projets con sedi a Mezzovico e Bironico, nella Regione del Canton Ticino, in Svizzera. Sostanzialmente si trasformerà la pista di atterraggio dell’aeroporto di Ambrì nella pista di pattinaggio più lunga del mondo, che diventerà anche teatro di importanti eventi aggreganti per tutto il periodo invernale: 10 mila metri quadrati di ghiaccio artificiale grazie a tappeti refrigeranti posati sull’asfalto per una lunghezza di un chilometro, con 10 mila metri quadrati di camminamenti, ed aree espositive per 18 mila metri quadrati. Maratona di pattinaggio, piste per slitte trainate da cani, curling, lo scivolo innevato per gommoni più lungo del mondo e mercatino natalizio sui pattini sono solo alcuni degli eventi che SPAP potrebbe ospitare, nell’interesse di tutta la Regione, “un progetto capace di contestualizzarsi ed integrarsi non solo nella morfologia del paesaggio ma anche nella cultura e nella tradizione del luogo”, come l’architetto Marco Giussani, lo stesso che ha ideato la Splash and Spa di Rivera-Monteceneri (Svizzera).

www.suisseprojets.com

 

sponsored

Related Posts

Say it loud (I’m black and I’m proud) di Christie’s per promuovere l’arte nera

Per fronteggiare il razzismo è necessario ascoltare, comprendere e agire. Quale miglior modo se non attraverso una mostra? Sulla scia di questo concetto e con l’obiettivo di attuare un cambiamento radicale, Christie’s ha deciso di dedicare una mostra di vendita online a 22 artisti emergenti e affermati della comunità nera provenienti dall’Africa e non, in collaborazione con la talentuosa curatrice Destinee Ross-Sutton e con The Harlem Arts Alliance.

Gulla Jonsdottir, Design in Armonia con l’ambiente

Gulla Jonsdottir è una designer nota per aver creato inaspettati e meravigliosi design moderni dal suo studio di Los Angeles

Life Beyond Plastic: arte pubblica sonora per ambiente

Life Beyond Plastic, il concorso di idee sul tema della sostenibilità ambientale è stato vinto dall’artista Matteo Vettorello con una scultura interattiva, azionata da due voci, in sintonia in una piazza di Milano: un invito all’azione ecologista