Mercati sempre più selettivi

Category:

L’ultima settimana per i titoli del lusso è risultata decisamente positiva, con alcune notevoli eccezioni che appaiono sintomatiche dei ragionamenti che abbiamo visto nelle settimane precedenti. La maggior parte dei principali titoli del lusso, coerentemente con quanto di solito succede nei momenti positivi per il mercato, ha messo a segno rendimenti ben al di sopra degli indici generali dei mercati cui appartengono.

Al solito a mostrare performance particolarmente brillanti sono stati quei titoli che godono della fiducia degli investitori: i colossi francesi, i più brillanti protagonisti americani, sull’onda di una rinnovata fiducia nell’ambito del comparto dei consumi discrezionali, e i più solidi nomi italiani.

È evidente però che una maggiore selettività sta emergendo e che spazi per l’arrivo di notizie negative non ce ne sono. Sintomatico appare il caso delle due azioni che hanno visto l’andamento peggiore in borsa nell’ultima settimana: Brunello Cucinelli e Prada. Entrambi di recente, specificatamente il 15 marzo e il 18, hanno subito cali superiori al 10% in una sessione, l’equivalente di quello di un’intera correzione.

In ambedue i casi sono stati risultati deludenti, o quanto meno al di sotto delle attese degli analisti, a indurre gli investitori a vendite così forti. Nel caso di Brunello Cucinelli, i conti definitivi per il 2018 hanno comunque visto un fatturato in crescita per oltre il 10%, ma profitti e guidance per il 2019 non sono risultati soddisfacenti. Prada ha invece riportato un andamento piatto delle vendite nella seconda metà del 2018, dopo un aumento pari a +17% nei primi sei mesi.

Non sorprendentemente è stata rimarcata la fase difficile dell’economia cinese, anche se comunque il consensus si attendeva dati migliori, specialmente per quanto riguarda Ebitda ed Ebit.

In pratica all’interno del settore del lusso sta emergendo sempre più chiara una non insignificante dispersione dei rendimenti, fra chi è in grado di navigare nel rallentamento economico in atto, magari guadagnando quote di mercato, e chi invece si trova particolarmente esposto al ciclo. I mercati complessivamente appaiono destinati a diventare sempre più selettivi.

Azienda Performance YTDMarket
Ferrari33.67%Milano
Moncler 27.51%Milano
Estee Lauder 25.09%New York
LVMH 22.99%Paris
Christian Dior22.88%Paris
Capri/Michael Kors21.12%New York
Kering20.43%Paris
Tiffany19.94%New York
Hermes 19.84%Paris
Ralph Lauren16.74%New York
Richemont 14.70%Zurich
Porsche 8.25%Frankfurt
Ferragamo6.90%Milano
Burberry6.37%London
Brunello Cucinelli5.30%Milano
BMW5.15%Frankfurt
Tod's1.50%Milano
Tapestry/Coach-4.59%New York
Prada-13.38%Hong Kong
Tesla -17.24%New York

sponsored
Editorial
Editorial
Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and with the world.

Related Posts

Say it loud (I’m black and I’m proud) di Christie’s per promuovere l’arte nera

Per fronteggiare il razzismo è necessario ascoltare, comprendere e agire. Quale miglior modo se non attraverso una mostra? Sulla scia di questo concetto e con l’obiettivo di attuare un cambiamento radicale, Christie’s ha deciso di dedicare una mostra di vendita online a 22 artisti emergenti e affermati della comunità nera provenienti dall’Africa e non, in collaborazione con la talentuosa curatrice Destinee Ross-Sutton e con The Harlem Arts Alliance.

Gulla Jonsdottir, Design in Armonia con l’ambiente

Gulla Jonsdottir è una designer nota per aver creato inaspettati e meravigliosi design moderni dal suo studio di Los Angeles

Life Beyond Plastic: arte pubblica sonora per ambiente

Life Beyond Plastic, il concorso di idee sul tema della sostenibilità ambientale è stato vinto dall’artista Matteo Vettorello con una scultura interattiva, azionata da due voci, in sintonia in una piazza di Milano: un invito all’azione ecologista