Photoville 2019, il festival di fotografia nei container del Brooklyn Bridge

Category:

Photoville si è svolto anche quest’anno presso il Brooklyn Bridge, il festival di fotografia più scenografico di New York.

Il format di Photoville è davvero particolare: le “sale” espositive sono costituite dai container delle navi cargo che giungono a New York; qui, durante due weekend di settembre, giornalisti e foto editor si riversano da questo lato dell’East River.

credit Magnani Photoville Brooklyn Bridge

La serata inaugurale è stata caratterizzata dalla pioggia che non ha spento l’entusiasmo dei partecipanti coinvolti dal programma della manifestazione con presentazioni e camminate fotografiche organizzate dai maestri del padiglione Leica, visite guidate, discussioni con gli autori e oltre 90 mostre.

Photoville New York Brooklyn Bridge Photoville New York Brooklyn Bridge Photoville New York Brooklyn Bridge Photoville New York Brooklyn Bridge

I temi anche quest’anno variano dall’attivismo sociale all’impegno politico, alla moda, fino al lifestyle – ad esempio nello spazio sponsorizzato dal consolato olandese di Harmen Meinsma o in quello dedicato alle immagini di Playboy – accomunati da empatia e un profondo senso di umanità.

Interessanti i ritratti di giovani di One Day I Will, di Vincent Tremeau e l’ONU in cui ragazze protagoniste di storie di violazioni di diritti umani, sono vestite per assomigliare a coloro che aspirano a diventare.

Photoville New York Brooklyn Bridge Photoville New York Brooklyn Bridge

Oppure Growing Up Amelia, in cui la fotografa Robin Schwartz ha fotografato la figlia con animali in varie età.

Ma anche Of Love and War di Lindsay Addario, già vista più volte ma sempre toccante con i suoi scatti.

sponsored
sponsored
Editorial
Editorial
Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and with the world.

Related Posts

Milano Gallery Weekend: Otto Zoo

Otto Zoo è stata fondata da Francesca Guerrizio e Maurizio Azzali nel 2008. La galleria propone un approccio sperimentale alle diverse pratiche dell’arte contemporanea. Il programma si concentra su artisti giovani e middle-career, Italiani e internazionali

MANSUR GAVRIEL: La Capsule Collection omaggia ALEXANDER CALDER

Forme e colori che danno vita a sculture dalla natura cinetica: l’opera di Alexander Calder, l’artista americano del Novecento, si basa su complessi meccanismi in grado di muoversi e di attivarsi interagendo con l’uomo

LVMH per la holding del lusso è un vero boom

Le azioni del gruppo LVMH crescono di quasi il 50% da inizio anno, trascinando il comparto del lusso al rialzo. Il prezzo delle azioni è passato, in poco più di nove mesi, da 253,3 euro di inizio 2019 agli odierni 375,8 euro