Monaco Superstar

Category:

[:en]There are products whose creation has marked a historic transition for their sector: that is the case of the Monaco watch. The Swiss company that created it, founded in 1860 in the watchmaking laboratory of the then twenty year old Edouard Heuer, has always been characterized by its vision and its pioneering spirit.
The Monaco is a truly unconventional timepiece: its de- but in the late 1960s introduced two absolute, exclusive and avant-garde innovations in the world of watchmaking. The first innovation concerns design: a waterproof square case; the second concerns the movement: the first-ever automatic chronograph.


As soon as the Heuer Monaco was presented (at the time, TAG was not yet part of the company name) it got conflicting reviews, as so often happens with real innovations; every aspect of the watch design was revolutionary: the blue metallic dial, the red and blue hands, the square case and the position of the crown on the left side.
“We wanted to create an exceptionally innovative, cut- ting-edge product,” explains Jack Heuer, Honorary President of TAG Heuer. “When I saw the square case, I knew immediately that it was something special. Un- til then, square cases had only been used for elegant watches, because it was not possible to make them waterproof. We created this design and obtained its exclusive use for the Monaco wrist chronograph”.
The bold design of the Monaco made it immediately recognizable, a perfect match for its advanced technology presented at the same time by the Swiss manufacture: the Calibre 11, the first self-winding chronograph movement resulting from a collaboration between the watch brands Heuer, Breitling and Hamilton, which be- came the first automatic chronograph movement in the world.
The name came from the then CEO, Jack Heuer, who believed that motor racing was the best way to promote watchmaking.
That is why the Monaco owes its name to the famous Monaco Formula 1 Grand Prix, the most elegant inter- national racing event.
In 1971, the Monaco shared the success of the cult movie “Le Mans”, where it was worn by Steve Mc- Queen; today the brand’s Ambassador is the charming Patrick Dempsey.


Heuer became TAG Heuer in 1985, and over the years the brand has continued to grow in the watchmaking sector; its Monaco model, now produced in other ver- sions with new technologies, design and materials, continues to be one of the most iconic watches of all time.

[:it]Ci sono prodotti che con la loro nascita hanno segnato un passaggio epocale per il settore, è questo il caso dell’orologio Monaco. L’azienda svizzera che lo ha creato, nata nel 1860, dal laboratorio di orologeria dell’allora ventenne Edouard Heuer, si è da sempre caratterizzata per la sua visione e il suo spirito pionieristico.
Il Monaco è un segnatempo veramente anticonvenzionale e il suo debutto, a fine anni Sessanta, ha introdotto due novità assolute, esclusive e d’avanguardia nel mondo dell’orologeria. La prima innovazione riguarda il design: la cassa quadrata impermeabile; la seconda il movimento: il primo cronografo automatico.


Appena presentato l’Heuer Monaco (all’epoca TAG non faceva parte del nome dell’azienda) scatenò pareri contrastanti, come spesso accade alle vere innovazioni; ogni aspetto del design dell’orologio appariva rivoluzionario: il quadrante blu metallizzato, le lancette rosse e azzurre, la cassa quadrata e la posizione della corona sul lato sinistro. “Volevamo creare un prodotto eccezionale e innovativo, all’avanguardia”, spiega Jack Heuer, Presidente Onorario TAG Heuer. “Quando vidi la cassa quadrata, capii immediatamente che si trattava di qual- cosa di speciale. Fino ad allora, le casse quadrate veni- vano utilizzate solo per gli orologi eleganti, perché non era possibile renderle impermeabili. Portammo avanti questo design ottenendone l’uso esclusivo per il crono- grafo da polso Monaco”.

Il design audace del Monaco lo ha reso immediatamente riconoscibile, perfetto per la sua tecnologia avanzata presentata contemporaneamente dalla manifattura svizzera: il Calibre 11, il primo movimento cronografico a carica automatica, risultato di una collaborazione tra i marchi di orologi Heuer, Breitling e Hamilton, così di- venne il primo movimento cronografico automatico al mondo.
Il nome derivò dalla convinzione dell’allora CEO, Jack Heuer, che le corse automobilistiche fossero il modo migliore per promuovere l’orologeria, ecco perché il Monaco deve il suo nome al celebre Gran Premio di Monaco di Formula 1, il più elegante appuntamento automobilistico internazionale.


Nel 1971, il Monaco condivide il successo del cult-movie “Le 24 ore di Le Mans” al polso di Steve McQueen, oggi è l’affascinante Patrick Dempsey a rivestire il ruolo di Ambassador del marchio.
Heuer divenne TAG Heuer nel 1985, negli anni il brand ha continuato a crescere nell’alta orologeria; il suo mo- dello Monaco, prodotto poi in altre versioni con nuove complicazioni, design e materiali continua ad essere uno degli orologi più iconici di tutti i tempi.[:]

sponsored
sponsored

Related Posts

[:en]Project 2020: A New Arabic Edition for the Magazine and Salone delle Eccellenze in Dubai for EXPO[:it]Progetto 2020: una nuova edizione del Magazine in lingua...

[:en]Our editorial activity has always been supported by a well-structured, comprehensive platform of enterprise services for business development, including networking, event management and preparatory activities for the opening of new markets. It will now be enhanced with a new magazine complementing the international edition and the Excellence Magazine Green special.[:it]La nostra offerta editoriale, che si affianca ad una piattaforma articolata di servizi alle imprese per lo sviluppo del business, che comprende anche attività di networking, organizzazione eventi e attività propedeutiche alla apertura di nuovi mercati, si arricchisce di una nuova testata che si affianca all’edizione dedicata al mercato internazionale e allo speciale Excellence Magazine Green. [:]

[:en]Maison et Objet, happening in Paris to celebrate modern design[:it]Maison et Objet, a Parigi si celebra il design[:]

[:en]Like other past events, this edition of Maison Et Objet was a celebration of design, creativity, and quality that hosted numerous luxury brands, amazing interior designers, and incredible conferences[:it]Come altri eventi passati, questa edizione di Maison Et Objet è stata una celebrazione del design, della creatività e della qualità che ha ospitato numerosi marchi di lusso, straordinari designer di interni e incredibili conferenze[:]

The Grappa Cocktails in a handbook

[:en]A book to discover the many ways to drink Grappa, a high-quality spirit produced for the past 240 years by Nardini, one of the oldest European Companies[:it]Un libro per scoprire i molteplici modi di bere la Grappa, distillato d'eccellenza prodotto da 240 anni da Nardini, una delle più antiche aziende europee.[:]