Tradizione e nuovi modelli di business per Wave Murano Glass

Category:

Gestire il cambiamento nel periodi di emergenza è una sfida possibile.

Modificare il proprio modello di business, non perdere la relazione con i clienti, inventare modalità e proposte di vendita alternative.

Questo è lo scenario entro il quale si muove Wave Murano Glass, una vetreria di Murano che ha visto la luce nel gennaio 2017 e che da start up ha scelto di affrontare il mercato in modo molto diverso rispetto alla tradizione dell’isola della laguna veneziana.

Intervistiamo Roberto Beltrami, maestro vetraio, che in una piacevole chiacchierata in chat ci racconta di una interessante iniziativa.

excellence magazine roberto beltrami vetro fornace

Roberto, ci parli dello strumento che avete appena lanciato, i WaveMurano Bond?

Wave Murano Glass collabora con i più prestigiosi brand nel segmento luxury e, osservando la situazione critica che stiamo vivendo e la contrazione inevitabile del business, abbiamo deciso di offrire ai nostri clienti i WaveMurano Bond, uno strumento che comprende un voucher spendibile con un valore nominale, a fronte di un prezzo di acquisto con una scontistica applicata dal listino retail.

Uno sconto importante pari al 70% del prezzo, quali obiettivi vi siete posti?

Vogliamo essere dalla parte dei clienti e mostrare la nostra capacità di gestire l’azienda con flessibilità e nello stesso tempo tutelare i nostri clienti fidelizzati.

Bond significa anche legame. Ed è anche su questo che punta l’azienda: al legame di comprovata fiducia con i clienti di lunga data.

In pratica offrite al cliente di opzionare oggi l’acquisto di un oggetto prodotto dalla vostra fornace, che può essere acquistato in un tempo scelto dal cliente?

Si, il nostro mercato è prevalentemente rivolto agli Stati Uniti e all’Asia, paesi che come noi stanno affrontando l’emergenza della pandemia.

In questo modo offriamo una partnership che è garantita dalla qualità del nostro lavoro e dall’assoluto rispetto dei tempi di consegna.

Quali strumenti di comunicazione avete utilizzato per spiegare ai clienti la vostra iniziativa?

Prevalentemente una newsletter dedicata con la quale abbiamo raccontato il progetto. Stiamo pensando di interagire anche attraverso i social media, soprattutto per ampliare il nostro target.

Come state gestendo questa chiusura forzata dell’attività?

Abbiamo rispettato le indicazioni relative alla sospensione delle attività e abbiamo utilizzato questo tempo per organizzare al meglio la nuova fornace, che presenta uno spazio più ampio per la vetreria, che abbiamo aperto lo scorso gennaio.

excellence magazine roberto beltrami vetro fornace

Wave Murano Glass nasce con un modello di business differente rispetto alla tradizione delle vetrerie di Murano, ci spiega questa scelta?

Quando abbiamo lanciato la nostra start up, abbiamo scelto di strutturare un progetto innovativo che pur basandosi sull’esperienza e la grande tradizione del vetro soffiato, che appartiene a Murano, si basa su presupposti di business attuali e moderni.

Abbiamo deciso ad esempio di non avere magazzino, sia perché il costo degli affitti degli spazi necessari a stoccare vetro sono considerevoli, sia perché il nostro modello, può essere definito on demand.

La scelta è quella di costruire un percorso di collaborazione con i clienti per sviluppare progetti che a volte si basano su prototipi da loro forniti, di non lavorare in serie e di non competere sull’elemento prezzo che, come noto per la produzione seriale, ci porrebbe in svantaggio con paesi come, ad esempio, la Repubblica Ceca.

 excellence magazine roberto beltrami vetro fornace

Arte o tecnica?

Difficile distinguere. Nella lavorazione del vetro collaborano differenti figure professionali, alcune esigenti e attentissime alla tecnica, altre più vicine a canoni estetici di prossimità con l’arte.

Abbiamo grandi esempi come Venini che univa una sublime semplicità delle forme ad una perfetta soffiatura del vetro.

Vi sentite quindi distanti dagli archetipi della Murano vecchio stile?

Certamente, apprezziamo la storia e la tradizione ma il nostro modello di business è totalmente distante e innovativo.

excellence magazine roberto beltrami vetro fornace

Da quanto tempo si è avvicinato a questo settore?

Da dieci anni. Fu una specie di rivelazione che avvenne osservando una mostra del maestro americano Dal Hilux a Boston. Rientrato in Italia ho iniziato a studiare la tecnica del vetro soffiato fino a trasformare la passione nella mia attività. Un privilegio e una sfida che mi consente di individuare sempre modi nuovi per rimanere pro attivi e in linea con le esigenze del mercato.

sponsored
Emanuela Zini
Emanuela Zini
My professional life has been marked by several big changes that made me grow as a person and as a leader, develop new skills and mental flexibility, which in turn allows me to face challenges from a different, unique perspective. To me, writing represent a way to communicate with myself and with others. Telling stories and engaging my readers are the challenges that I am currently facing within a wider editorial project.

Related Posts

Welcome back to Magna Pars, l’Hotel à Parfum

L’Hotel cinque stelle di Via Forcella 6 a Milano, il primo Hotel à Parfum distillato di eccellenza italiana, riapre il 31 Agosto per rivivere attraverso tutti i sensi un’esperienza unica

Le Marche celebrano Raffaello

Il 2020 è l’anno delle celebrazioni del 500° anniversario della morte di Raffaello Sanzio, artista che ha mosso i suoi primi passi proprio nelle Marche, in particolare a Urbino, sua città natale

Allarme Unimpresa attenzione ai predatori stranieri

Le strategie occulte di matrice cinese per impossessarsi del Know how delle piccole e medie imprese italiane