Giada Club debutta in autunno nel China World Hotel di Pechino

Category:

Giada approda nel China World Hotel di Pechino con un mega spazio polifunzionale dedicato all’esperienza di lusso, dal fashion al fine food.

Lo spazio si estenderà su quasi 1.000 mq. distribuiti su due piani nell’ala ovest dell’hotel e dovrebbe aprire i battenti il prossimo ottobre, Covid-19 permettendo.

Denominato Giada Club, il primo livello di 353 mq. sarà dedicato alla boutique della casa di moda di prêt-à-porter femminile.

Oltre la moda, un’area di 645 mq. del piano superiore ospiterà una sala da pranzo e un’area bar con sky garden.

Il Club porta la firma del maestro dell’architettura minimalista europea, Claudio Silvestrin, che ha progettato lo spazio rispettando i valori di modernità e eleganza di Giada.

Giada

Il China World Hotel è ubicato nel cuore del business district di Pechino e si affaccia sulla via più famosa della città, la East Chang’an Avenue, accanto alla destinazione di shopping cinese China World Mall.

L’apertura rafforza la presenza di Giada nel Paese del Dragone, dove già vanta 50 negozi, e segna un nuovo capitolo di cooperazione tra l’arte italiana e la cultura cinese.

sponsored
Editorial
Editorial
Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and with the world.

Related Posts

Say it loud (I’m black and I’m proud) di Christie’s per promuovere l’arte nera

Per fronteggiare il razzismo è necessario ascoltare, comprendere e agire. Quale miglior modo se non attraverso una mostra? Sulla scia di questo concetto e con l’obiettivo di attuare un cambiamento radicale, Christie’s ha deciso di dedicare una mostra di vendita online a 22 artisti emergenti e affermati della comunità nera provenienti dall’Africa e non, in collaborazione con la talentuosa curatrice Destinee Ross-Sutton e con The Harlem Arts Alliance.

Gulla Jonsdottir, Design in Armonia con l’ambiente

Gulla Jonsdottir è una designer nota per aver creato inaspettati e meravigliosi design moderni dal suo studio di Los Angeles

Life Beyond Plastic: arte pubblica sonora per ambiente

Life Beyond Plastic, il concorso di idee sul tema della sostenibilità ambientale è stato vinto dall’artista Matteo Vettorello con una scultura interattiva, azionata da due voci, in sintonia in una piazza di Milano: un invito all’azione ecologista