Instagram Sostiene il Fashion con una Guida alle Sfilate Virtuali

Category:

Il mondo della moda sta affrontando un momento senza precedenti a causa dell’emergenza coronovirus e della distanza sociale. E’ quindi necessario individuare nuove modalità operative e differenti modelli di business, per poter allestire una passerella digitale all’altezza delle aspettative.

Per accompagnare le aziende del settore in questo percorso inesplorato, Instagram ha realizzato una dettagliata guida che è stata presentata ieri nel corso del webinar ‘Ideas for digital fashion week’, organizzato dalla piattaforma del gruppo Facebook con la partecipazione di Eva Chen, responsabile fashion partnerships Instagram, e in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana (Cnmi).

eva chen instagram

A febbraio, in risposta all’assenza dei nostri partner cinesi da Milano a causa della pandemia, abbiamo organizzato ‘China, we are with you’, che ha rappresentato la prima fashion week digitale nel mondo. Il successo è stato straordinario e a partire da questa iniziativa abbiamo pensato a come digitalizzare totalmente la settimana della moda, che è diventata la nostra prossima sfida

ha spiegato il presidente di Cnmi Carlo Capasa, introducendo l’incontro in rete.

La decisione di lanciare a luglio la prima ‘Milano digital fashion week’ è una risposta concreta alla necessità dei brand di promuoversi e di fare business. Siamo entusiasti perché sarà qualcosa di completamente nuovo che non si è mai verificato prima

Carlo Capasa

La guida si articola in due sezioni dedicate rispettivamente agli show e all’esperienza di shopping. Si parte dai countdown stickers, per aumentare l’engagement e suscitare attesa, fino alla condivisione dell’esperienza in tempo reale su IGTV, che aiuta a ricreare un senso di prossimità.

Da non trascurare l’appetibilità del backstage, consentendo ai follower di sbirciare dietro le quinte, vedere le interviste agli hair stylist e make up artist e fare domande sulla collezione tramite la funzione Q&A.

Per quanto riguarda lo shopping, i suggerimenti riguardano l’aggiornamento del catalogo prodotti prima dello show, la creazione di post con prodotti acquistabili prima e dopo la settimana della moda, l’inserimento di tag di acquisto nelle stories e la promozione dell’evento con drop esclusivi e offerte a tempo limitato.

Inoltre, la società ha annunciato l’introduzione di nuove funzionalità, tra cui pubblicità su IGTV, badge digitali che i follower possono acquistare tramite Instagram Live, Live Shopping che consente ai creatori e ai marchi di taggare i prodotti durante i propri video e un’espansione di Brand Collabs Manager, che aiuta i creatori a trovare potenziali brand partner.

A partire dalla prossima settimana, le inserzioni pubblicitarie faranno il loro debutto su IGTV e per la prima volta in assoluto la piattaforma dividerà i ricavi con i suoi content creator, a cui sarà destinato il 55% di quanto investito dall’inserzionista. Se durante la prima fase sperimentale saranno soltanto 200 e tutti di lingua inglese i creator a poter monetizzare i loro contenuti, secondo quanto riportato da The Verge, è lecito immaginare che la nuova possibilità verrà successivamente estesa.

sponsored
Editorial
Editorial
Our editorial staff includes people with different professional backgrounds who share a passion for writing and who want to create and develop a dialogue with their readers and with the world.

Related Posts

Say it loud (I’m black and I’m proud) di Christie’s per promuovere l’arte nera

Per fronteggiare il razzismo è necessario ascoltare, comprendere e agire. Quale miglior modo se non attraverso una mostra? Sulla scia di questo concetto e con l’obiettivo di attuare un cambiamento radicale, Christie’s ha deciso di dedicare una mostra di vendita online a 22 artisti emergenti e affermati della comunità nera provenienti dall’Africa e non, in collaborazione con la talentuosa curatrice Destinee Ross-Sutton e con The Harlem Arts Alliance.

Gulla Jonsdottir, Design in Armonia con l’ambiente

Gulla Jonsdottir è una designer nota per aver creato inaspettati e meravigliosi design moderni dal suo studio di Los Angeles

Life Beyond Plastic: arte pubblica sonora per ambiente

Life Beyond Plastic, il concorso di idee sul tema della sostenibilità ambientale è stato vinto dall’artista Matteo Vettorello con una scultura interattiva, azionata da due voci, in sintonia in una piazza di Milano: un invito all’azione ecologista