Parte la #7 Edizione di Paris Gallery Weekend

Category:

Sessanta gallerie d’arte moderna e contemporanea da scoprire in otto percorsi

Paris Gallery Weekend, in programma dal 2 al 5 luglio, vuole più che mai rilanciare la vita culturale e artistica della città. Dopo un blocco totale durato più di due mesi, le gallerie tornano a essere protagoniste. Per quattro giorni, in quattro aree della capitale, tra cui Pantin e Romainville, parte di un nuovo distretto della Grand Paris, i visitatori potranno scoprire più di 72 mostre, tra cui 47 personali e 25 collettive.

Vue de l'exposition Larc-en-ciel de la gravite, Galerie Poggi V. Perrot, Courtesy Galerie Poggi Vue de l'exposition Dennis Oppenheim a la Galerie Mitterrand

Con più di  7500 presenze nel 2019, Paris Gallery Weekend è uno degli eventi europei più noti per sperimentare l’arte e apprezzarla nel suo contesto naturale, quello delle gallerie. Anche per questo, Parigi ha fondato nel 2020 insieme ai gallery weekend di Bruxelles, Madrid, Lisbona e Milano, Art Across Europe, un network europeo che ha l’obiettivo di promuovere le diverse piazze artistiche delle città aderenti incoraggiando la mobilità intra-europea e celebrandone la ricchezza culturale.

Vue de l'exposition In the Flesh corps veritables, christian berst art brut J. Jabet galerie frank elbaz

Per orientare collezionisti e appassionati, Paris Gallery Weekend propone otto percorsi: 8e arrondissement, Marais (Beaubourg > Saint-Paul), Marais (Richard Lenoir > Quatre-Fils), Marais  (Saint-Gilles > Amelot), Marais (Temple > Beaubourg), Pantin-Romainville, Saint-Germain-des-Prés.

Galerie Poggi

Le selezioni tematiche sono state curate da Paris Photo, Drawing Now e A Round Video Art Fair.

Paris Gallery Weekend è sostenuto dal Ministero della Cultura e dalla Città di Parigi. A questi si aggiungono nel 2020 anche il Comité Professionnel des Galeries d’Art e l’ADAGP. L’evento non potrebbe svolgersi senza il significativo sostegno di partner quali la Fondation d’entreprise Ricard, Emerige, Camille Fournetor John Taylor.

Marian Goodman

Creato su iniziativa di Marion Papillon nel 2014, il Paris Gallery Weekend è diretto oggi da Marie Delas, in stretta collaborazione con un comitato di galleristi che comprende Anne-Sarah Bénichou (Galerie Anne-Sarah Bénichou), Nathalie Berghege (Galerie Lelong & Co), Eric Dereumaux (Galerie RX), Sandrine Djerouet (Galerie Jocelyn Wolff), Léo Marin ( Galerie Eric Mouchet), Jérôme Poggi (Galerie Jérôme Poggi).

Max Hetzler Vue en galerie, exposition INFINITY de JonOne, galerie Rabouan Moussion, 2020

Tutte le opere esposte sono disponibili su Artsy.

sponsored
Pamela Campaner
Pamela Campaner
Pamela Campaner has over twenty years of experience in marketing communication, public relations and lobby. She graduated with a Master’s degree in Philosophy with an interdisciplinary thesis in Physics. She is credited with repeated success guiding sizeable communications, marketing, branding and public relations ventures for private companies and business associations. Realizing the central role of image and communication and, because of her personal and particular interest in them, Pamela is co-fouder of an art gallery specialised in photography. As project manager she’s leader of creative teams working on such a project like Milano Gallery Weekend.

Related Posts

Tom Ford, l’orologio ricavato dalle bottiglie di plastica ed il premio da un milione di dollari

Tom Ford ha  ha realizzato un orologio da uomo realizzato al 100% in plastica recuperata dalle operazioni di pulizia dei fondali oceanici

”Il Luogo Più Pericoloso” l’arte ai tempi del Covid dall’installazione all’azione

Il prossimo 25 Novembre è la giornata contro la violenza femminile, nel 1999 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha designato questa data come Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e ha invitato governi, organizzazioni internazionali e ONG a organizzare in quel giorno attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica su una delle più devastanti violazioni dei diritti umani ancora molto diffusa

Gismondi 1754, contratto di concessione esclusiva per gli Emirati Arabi

Gismondi 1754, storica realtà genovese produttrice di gioielli di alta gamma, ha siglato con un partner locale un contratto di concessione in esclusiva delle sue creazioni per tutto il territorio degli Emirati Arabi